Notte europea dei Musei a Manfredonia veduta del castello

Da questo weekend, che coincide con la “Notte europea dei Musei” a Manfredonia arrivano “Gli Angeli custodi dei turisti”.

Un’iniziativa dell’Agenzia del Turismo per consentire alla città di essere sempre più ospitale, accogliente e funzionale alle esigenze dei visitatori sui quali “vigileranno” le guide autorizzate della Pro Loco, “Daunitur” e “Mosaicomera”.

Un ufficio informazioni mobile che sarà operativo per le vie del centro storico ogni sabato (dalle ore 17 alle ore 20) e domenica (dalle ore  16 alle ore 19) sino al 15 giugno ed un pò anticipa le attività dell’Infopoint in Piazzetta Mercato del Gal Daunofantino di prossima apertura.

Le guide turistiche, che saranno munite anche di una nuova brochure illustrativa di Manfredonia, saranno in giro per il centro storico e saranno riconoscibili poiché indosseranno una casacca di colore fluorescente riportante la classica ed internazionale “I”, emblema convenzionale dell’informazione.

“Con orgoglio importiamo sul territorio un’altra buona prassi – dichiara il Presidente Michele De Meo -. Troppo spesso vediamo turisti girovagare per le nostre città senza punti di riferimento o senza che nessuno possa offrire loro informazioni utili alla visita del patrimonio locale. Ebbene, con una soluzione molto semplice e pratica, abbiamo voluto porre rimedio a questo inconveniente e, al contempo, dare un’opportunità alle preziose risorse umane presenti sul territorio. Un’altra generale prova d’orchestra, che, sono certo, avrà successo e sarà apprezzata dai sempre più crescenti flussi turistici in arrivo a Manfredonia”.

Il Presidente De Meo auspica che “Questa iniziativa stimoli i cittadini e gli operatori ad essere anch’essi front office con il visitatore. Fornire un’informazione, essere accoglienti e porgere un sorriso non costa nulla, ma fa tanto bene alla città ed  accresce l’orgoglio e la consapevolezza delle proprie origini. Questi elementi – conclude De Meo – uniti al miglioramento dei servizi offerti, accrescono l’appeal di una destinazione turistica e Manfredonia, in questo primo anno di attività dell’Agenzia, di passi in avanti ne ha fatti. Non resta che fare il definitivo salto di qualità e lo si potrà fare con la collaborazione di tutti operatori e cittadini, d’altronde il primo turista è proprio chi il territorio lo vive”.