“La Notte della Taranta”
Il festival itinerante: occasione per unire musica cultura arte natura e mare.

Pizzica salentina

Il festival della Taranta il più importante festival folkloristico d’Europa. Il concertone finale che si tiene a Melpignano il 22 agosto conta presenze che superano le 150mila persone. Viene preceduto da un bellissimo concerto viaggiante nelle città di Alessano, Calimera, Carovigno (Orchestra in tour), Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cursi, Cutrofiano, Galatina, Lecce, Martano, Martignano, Melpignano, Sogliano Cavour, Soleto, Sternatia e Zollino. Seguire questo festival  consente di conoscere il territorio della cosi detta Grecìa salentina con le sue bellezze artistiche e paesaggistiche.

Di cosa si tratta? Il festival dedicato alla pizzica, forma arcaica di musica popolare. La pizzica con la sua capacità si coinvolgere musicisti di fama mondiale di provenienza da esperienze musicali che vanno dal rock, dal jazz alla musica sinfonica e cantatoriale;  la “ pizzica”, una danza -rito magico per la cura dei morsi della tarantole;  i musicisti di solito compisti da un violinista, un chitarrista, un fisarmonicista e un percussionista che suona il tamburello o la tammorra.

 

Secondo la tradizione, “il pizzicato” dalla tarantola  si metteva a danzare e a contorcersi ritmicamente e convulsamente per consentire al veleno della tarantola di uscire dal proprio corpo. Questa tradizione era  particolarmente diffusa in alcuni paesi del Salento in un territorio denominato Grecìa salentina. Una tradizione misto pagana – religiosa vede in San Paolo il protettore.  La chiesa di san Pietro e Paolo a Galatina è stata dal medioevo fino ai più recenti anni sessanta teatro del fenomeno del tarantismo.

Tradizione popolare dice che gli apostoli Pietro e Paolo, durante i loro viaggi si fermarono a Galatina. San Paolo, per ricambiare dell’accoglienza ricevuta al suo ospitante ed ai suoi discendenti la capacità di guarire coloro che venivano “pizzicati” dalla “Taranta” – ragno velenoso del territorio.

La musica itinerante un buon motivo per andare in vacanza in Salento per scoprire il territorio con la sua cultura, la sua arte,  le sue tradizioni, i suoi prodotti tipici, la sua cucina. Non dimentichiamo le bellezze naturalistiche con il primo posto occupato dalla splendida e cristallina acqua del mare che risulta la grande attrazione-promozione della Puglia.