L’Acquedotto Pugliese inaugurato nel 1915, il più grande acquedotto d’Europa.
Parte dall’Irpinia, attraversa tutta la regione fino ad arrivare alla punta del tacco: Santa Maria di Leuca. Si tratta di una delle opere più monumentali del meridione, della Puglia.
450 km che attraversa luoghi tipo come Castel del Monte, attraversa la Murgia, passa per Grotte di Castellna i Trulli della Valle d’Itria, si arriva agli uliveti secolari del Salento e quindi termina con una cascata nel mare di Santa Maria di Leuca li dove si incontrano il mar Ionio ed il Mar Adriatico.
Attraversando questi territori: storia, arte, natura, prodotti dell’agricoltura, prodotti della masserizia e dell’allevamento, prodotti tipici, mare e tanti e tanto vino per non parlare dell’olio di oliva e del mare.
Nei pressi di Alberobello si sono realizzati  i primi 10 km di pista ciclabile, sotto scorre l’acqua dell’acquedotto pugliese. Mancano 440 km da rendere ciclabili; potremo chiamarla “La Via dell’Acqua in Puglia” per avere il coraggio dei nostri nonni e realizzare un’opera monumentale nel rispetto della natura.
Mescoliamo tutti questi elementi, acqua, storia, castelli, natura, mare, che sviluppo porterebbero dare in Puglia?

Senza petrolio, senza gas, ma con “La Via dell’Acqua in Puglia” e la Pista ciclabile!